Il Museo Nazionale Cerite

Il Museo Nazionale Archeologico Cerite ha sede nel Castello Ruspoli, nel centro storico della cittadina moderna, che si è sovrapposto all'acropoli dell'antica Caere. Il Museo, allestito dall'architetto Franco Minissi, è stato inaugurato nel 1967 a seguito della cessione della rocca medievale allo Stato in memoria della principessa Claudia Ruspoli. La visita consente di seguire le diverse fasi culturali di Caere, dal IX sec. a.C. fino all'età della romanizzazione.

Museo_esterno

I materiali conservati nel Museo, esposti in ordine cronologico, provengono soprattutto dalle necropoli che circondavano l'antico centro urbano. Al piano inferiore si conservano i corredi di età più antica, villanoviana, orientalizzante e arcaica, provenienti dalle tombe delle necropoli del Sorbo, di Monte Abatone e della Banditaccia.

Al piano superiore sono esposti i corredi di età più tarda, che si collegano con l'ultimo periodo di fioritura della città, alcuni sarcofagi con coperchio figurato e cippi funerari. Completano l'esposizione raccolte di ceramiche di importazione e di produzione locale e materiali architettonici e votivi provenienti dagli scavi dell'area urbana.